NEWS DALLE AREE

Arnold Rugby, miniruggers per il parco

Sabato, 23 Aprile 2016 17:57

Sabato 16 aprile 2016 i piccoli e grandi rugbisti della A.s.d. Arnold Rugby e le loro famiglie si sono uniti ai volontari dei gruppi Retake Roma del VII Municipio e hanno riqualificato insieme l’accesso al Parco Archeologico delle Tombe Latine rimuovendo i rifiuti, eliminando la vegetazione in eccesso e ripulendo le panchine. 

Obiettivo della giornata, pienamente raggiunto con il lavoro dei partecipanti, è stato il recupero all’utilizzo, da parte dei turisti e della comunità territoriale, dell’ampia area esterna al Parco, uno dei gioielli archeologici della Città Eterna, visitato ogni anno da migliaia di persone. Il Parco Archeologico – che presenta al suo interno resti di una villa e di numerosi sepolcri di epoca romana, una basilica paleocristiana e un tratto della via Latina con il suo basolato originale – si sviluppa ai lati dell’Arnold Rugby Park di via Demetriade 78, “casa” degli Arnold in zona Appia Nuova/Tuscolana.

L'iniziativa, per la sua rilevanza, ha ricevuto il patrocinio del VII Municipio di Roma ed è stata svolta in coordinamento con la Soprintendenza Speciale per il Colosseo, il Museo Nazionale Romano e l’Area Archeologica di Roma.

L’evento è stato contornato da iniziative culturali e … gastronomiche! Le associazioni culturali Legio VII Gemina e Romanitas hanno svolto all’interno del Parco Archeologico laboratori di rievocazione storica in costume dedicati ai mini-rugbisti. Un’esperta archeologa ha guidato i partecipanti alla visita dei Sepolcri dei Pancrazi e dei Valeri. La giornata è stata infine coronata da un appetitoso Terzo Tempo presso l’Arnold Rugby Park!

La lotta contro il degrado urbano, la valorizzazione dei beni comuni e la diffusione del senso civico costituiscono il cuore della missione di Retake Roma, movimento no-profit e apartitico composto da volontari, che conta oggi oltre 70 gruppi territoriali attivi nei diversi quartieri di Roma.

«Questa iniziativa – ha commentato il presidente dell’Arnold Rugby, Carlo Palanti – è venuta spontaneamente, perché alcuni Retaker fanno già parte della nostra società, e si inquadra nel progetto più ampio che vede la Federazione Italiana Rugby incoraggiare tutte le società di rugby ad operare nel sociale. Siamo una società giovane, con appena tre anni di vita. È la prima iniziativa del genere che sposiamo e siamo felicissimi di averlo fatto perché il rispetto e il sostegno sono tra i valori del rugby che devono essere osservati e praticati non solo sul campo ma anche operando nel sociale e per la propria città, come in questo caso».

Info: Arnold Rugby

Ultima modifica il Sabato, 23 Aprile 2016 18:03

Articoli correlati (da tag)

Dai tornei

SPOTLIGHT

No data displayed on the module. Please check some parameters in the module settings again!