NEWS DALLE AREE

Chi è il coach di successo nel rugby giovanile?

Domenica, 06 Dicembre 2015 13:42

Papà e mamme coinvolti nello sport dei propri figli sempre più frequentemente ricevono suggerimenti sul comportamento consono da tenere “a bordo campo” per essere parte attiva e positiva della esperienza sportiva dei ragazzi. 

Questa esperienza, tuttavia, diventa davvero educativa, funzionale cioè alla loro crescita come persone e come sportivi, se tutti gli adulti che i piccoli atleti incrociano al campo danno luogo consapevolmente ad una coalizione, una alleanza intenzionalmente educativa, alla quale nessun adulto si sottrae anteponendo obiettivi personali, pur validi, ma da tenere in debito bilanciamento rispetto all’obiettivo fondamentale per il quale si costituisce e opera un club sportivo.

E’ nell’allenatore che genitori e dirigenti trovano il tramite principale per raggiungere quegli obiettivi. Qual è il compito dell’allenatore quindi, e come lo si può definire?
A proposito, la WRU, la federazione rugby gallese, offre una lettura che vi propongo di seguito.

Allenare, cosa significa?
“Allenare può essere definito in molti modi. Tuttavia, molte persone hanno una visione propria di cosa significhi allenare, determinata dalla osservazione del comportamento degli allenatori. Ciò è spesso ciò che osservano in televisione o presso il club locale in un qualsiasi sabato pomeriggio. Le partite in televisione rappresentano una parte piccolissima del gioco, la parte finale di elite. Pochi giocatori e ancora meno allenatori (1 per cento) lavorano in questa frazione, nella quale viene enfatizzato il risultato. Anche nelle partite del sabato tra club, in cui giocano seniores, viene attribuita grande importanza al risultato, ma solo 1 coach su 5 lavora in questo ambito.

Quindi, dove lavora la maggior parte degli allenatori?
Due terzi degli allenatori di rugby in Galles lavorano con giocatori sotto i 16 anni. Qui l'enfasi dovrebbe essere lo sviluppo del giocatore, non sul risultato della partita. Per essere chiari, non stiamo dicendo che vincere non è importante. Piuttosto, cercare di vincere è importante, ma lo sviluppo dei giocatori lo è di più.

Cosa significa quindi per gli allenatori che lavorano con i giovani?
In sostanza, i giocatori che avrete fatto crescere sono più importanti di qualsiasi vittoria. Tenete presente che la maggior parte dei vostri giocatori non farà parte dell'elite del rugby. Per questi giocatori, il loro coinvolgimento per tutta la vita in un gioco che amano è il risultato della loro esperienza in giovane età. Come allenatori di giovani giocatori, potete puntare a formare giocatori senior che avranno amore per il rugby, come risultato della loro esperienza da giovani? D'altra parte, la soddisfazione di aver partecipato anche in piccola parte allo sviluppo di un giocatore internazionale, è di per sè una ricompensa.

Allora, cosa significa allenare?
Dipende da chi alleniamo. Se apparteniamo alla maggioranza degli allenatori, quelli che allenano i giovani, ricordiamoci che il nostro ruolo è quello di sviluppare quei giocatori, non il proprio ego”.

Indicazioni di principio per guidare la mano dell'allenatore. Un coach delle giovanili ha un compito importante, che impone di focalizzarsi sulla formazione dei ragazzi.
Horst Wein, formatore sportivo di eccellenza, guru per migliaia di coach, ispiratore del metodo della Cantera (vivaio) del Barcellona, ripete: «Un tecnico che vince tutto con i giovani non ha lavorato per il futuro dei suoi allievi ma per il proprio».

Riproduzione riservata (c)

Ultima modifica il Domenica, 06 Dicembre 2015 13:54
Max Fini

Il rugby è una passione.
Arrivato a Rovigo, città a pianta perfettamente ovale, prendo casa... a caso. La domenica arrivano boati, applausi, le note di una marcetta, quella dei Bersaglieri. Prendo mio figlio per mano, andiamo alla scoperta... una scoperta emozionante.
Da lì l'approdo al minirugby è quasi immediato: mentre il bimbo ruzzola, creo Minirugby.it, mi dedico al club come dirigente, m'invento i Rugby Friends (la franchigia dei piccoli ruggers sparsi per tutta Italia)...
Giorno dopo giorno con passione mi dedico a questo portale, rubando il tempo alla mia professione di consulente di web marketing. Le passioni sono passioni, e il rugby - specie il mini - è irresistibile :-)

Dai tornei

Rugby educativo

RUGBY EDUCATIVO: approfondisci

Test Mautic

SPOTLIGHT

No data displayed on the module. Please check some parameters in the module settings again!